3 aprile 2013

In viaggio con il Merletto: storia di un francobollo

 
 
 
 
 

Le Poste Italiane 8/10/2004 hanno emesso il primo francobollo italiano di merletto [1], autoadesivo. È un pezzo speciale in quanto si tratta di un merletto vero e proprio, di colore ecru completamente lavorato ad ago, ispirato al "Point de Gaze" e raffigurante roselline con boccioli tra foglie allungate e piumate eseguite su fondo di impalpabile velo a rete, talmente sottile da prendere il nome di una garza preziosa, di colore azzurro. Inconfondibile la singolarità e l'eleganza della rosellina che caratterizza questo francobollo. Il motivo ornamentale è stato tratto da una stola, lunga circa due metri per novanta centimetri di larghezza, originale del 1840, appartenuta ad una nobile famiglia di Bruxelles (Belgio) ora della collezione Museale Caprai di Foligno (PG) [2] . L'ornato, assai complesso, illustra una rigogliosa fioritura rappresentata in stile naturalistico dove s'inseriscono medaglioni e volute. I petali delle ampie corolle di rosa sono sollevati dal fondo ed applicati sopra al merletto con bellissimo effetto tridimensionale. Merletto ad ago in stile "Point de Gaze" tecnica, realizzata in Belgio, e che è senza dubbio il merletto più ricco, più elegante ed affascinante di tutto il XIX secolo. La particolarità di questo pizzo è che può essere lavorato a pezzi riportati e quindi, per grandi lavorazioni, venivano coinvolti più lavoranti.



[1] Il primo francobollo ricamato al mondo è delle Poste Svizzere, ed è stato emesso nel giugno del 2000.
[2] La Collezione Museale Caprai è una delle più vaste ed interessanti collezioni tessili private esistenti al mondo. http://www.museocaprai.it/ita/collezione_numeri.php 

[3] A lato Segnalibro in merletto ad ago. Dimensione del merletto cm. 4,5x20,5 circa. È inclusa nella brochure "L'arte del Merletto" edita da Poste Italiane (il prezzo nominativo era, allora, di € 20,00) in contemporanea alla emissione di questo francobollo. 

Scheda tecnica del francobollo






Dimensioni al taglio: mm. 48x40
Dimensioni del ricamo: mm. 42x34
Composizione: 100% cotone sia nella tela di fondo che nel filato di ricamo

Ricamo: Dopo l'approvazione del bozzetto i tecnici dello Styling Caprai, hanno utilizzato tecniche Cad all'avanguardia, preparando il disegno tecnico su cui un esperto puncher (programmatore della macchina da ricamo) ha eseguito tutta la sequenza dei punti di ricamo, tradotti in un file di dati comprensibile alla macchina. A questo punto, ripetendo più volte il ricamo si realizza il "foglio", riunito in 100.000 minifogli da 15 francobolli, pari a un milione e mezzo di esemplari. Su ciascun francobollo sono ricamati la scritta "Italia", il valore "€ 2,80" (costo di una raccomandata), l'anno "2004", la sigla "IPZS" e il logo "AC" rispettivamente dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e del Gruppo Tessile Armando Caprai. Per realizzare ogni singolo francobollo occorrono circa 50 metri di filato di cotone (America I), che viene considerato fra le migliori qualità sul mercato.

Accoppiatura: Dopo aver controllato il ricamo effettuato e tagliato i fili di troppo, la fase di lavorazione seguente consiste nel mettere insieme il tessuto ricamato, lo speciale film adesivo e la carta siliconata che ha la funzione di supportare il tutto. Poi nell'Officina Carte Valori dell'Istituto Poligrafico Zecca dello Stato si sono effettuate le fasi di fustellatura, spellicolatura, tracciatura e valorizzazione del foglio da 15 francobolli.          




 

 
 

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.