9 novembre 2017

Ago, Filo e Nodo - scultura piazza Cadorna a Milano







Ago, Filo e Nodo è una scultura (in due parti), in acciaio e vetroresina, creata da Claes Oldenburg (Svezia)) e da sua moglie Coosje van Bruggen (Olanda) poi trasferitesi negli Stati Uniti.

Proposta per una scultura in forma di un ago, filo e nodo,
di Piazzale Cadorna, Milano (1999)
matita colorata, cm. 76.2 x 101.6
Photo: See Spot Run, Inc.


Si trova a Milano in Piazzale Cadorna, ed è stata inaugurata nel febbraio 2000. L'arredo urbano di Piazzale Cadorna e la ridefinizione della facciata della sede delle Ferrovie Nord sono state curate dall'architetto Gae Aulenti.






Il gigantesco ago  (19 metri) con il filo multicolorato che sbuca in un altro punto della piazza con il nodo finale sono un omaggio al mondo della moda, che ha in Milano uno dei centri mondiali. I tre fili sottintendono, con il loro colore, anche le tre linee metropolitane milanesi.







Per questa scultura ben si addice il proverbio:

"Chi non fa il nodo perde il punto" Ovviamente con lo stesso significato di "Chi non fa il nodo alla gugliata perde il punto e la tirata". [La gugliata si sfila dalla stoffa e la cucitura (punto) non tiene. La gugliata senza il nodo è detta "gugliata del diavolo"].




Il fatto che la scultura va sottoterra non è casuale: difatti riprende la metropolitana, che fa da collegamento tra superficie e sottosuolo.


 


foto di Franco Truscello


Foto di: Alan Philip Müller
 


Rames Gaiba 
© Riproduzione riservata 



Link correlati da questo blog:

Link per iscriverti a TRAMA E ORDITO su Telegram
il modo più semplice per non perdersi nessun post
e notizie e contributi esterni (quest'ultimi dalla pagina Facebook)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.