17 settembre 2010

Prova d'una veste (di Filippo Marinetti)


Filippo Marinetti


Tu seta arancione ricamata di sonnolenze e sieste africane sei meno casta delle mani astratte delle sarte intente a modellare svestire accondiscendere accentuare o sublimare squisitamente

Cantare cantare bisogna quella sorprendente cadenza gialla sviene
Verticalità di pieghe ordini dall'alto
Concentramento di fluidità appassionate
Profusione dilatata di fascini tattilismi profumi
Strapiombi per riflessimorenti suicidarsi

Stoffe stoffe stoffe stoffe stoffe stoffe e poiché sono siete tutte sensibili pensanti parlino parlate parla finalmente

----
Tra sperimentazione linguistica e propaganda ideologica si compie così la personificazione dell'abito che acquista la capacità di parlare.

Da "Il poema della moda" di Marinetti
che si conclude con questa poesia.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.