8 giugno 2014

LA MINIGONNA (Der Minirock)

Due donne controllori della Deutsche Reichsbahn, 1973


Che la moda cambi sempre,
lo sa già tutta la gente.
Ma se si parla di gonne corte,
la questione si fa particolarmente interessante.

In passato parlare di molte cose
era tabù.
Oggi non più:

si può indossare quello che un giorno si poteva osare.

La minigonna - la minigonna conquista l'universo femminile.
Proprio perché fuori dagli schemi,
ogni donna la indossa volentieri,

e con abiti molto corti e moderni se ne va per la città.

Abitini, gonne corte, grembiuli
tutti all'ultimissima moda.
Corto è bello:

la moda la seguiamo con foga.

Prima il ginocchio rimaneva nascosto,

oggi invece è esposto.
E la minigonna di domani,
forse si accorcerà di più.

La minigonna - la minigonna conquista l'universo femminile.
Proprio perché fuori dagli schemi,
ogni donna la indossa volentieri,
e con abiti molto corti e moderni se ne va per la città.

Prima o dopo,
ogni donna si abbellisce in questo modo.
Qualche millimetro viene sollevato,
oppure accorciato.

E la cassa è sempre vuota,
vedo solo avanzi dentro.
Così, anche da questo lato,
la mini ha il suo significato.


(Traduzione italiana di Der Minirock, canzone dell'Horst Kr
üger Sextett, precursori del rock nella Germania dell'Est, 1968)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

-. -. -. -.

Comments can not be used for selling advertising products.
The language needs to be corrected, not offensive for people and their ideas.
The responsibility for what is written in the discussions remains of individuals.

It has accepted the post sharing for marketing purposes.
Thanks for the attention.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com