4 novembre 2014

Vittorini e la sua "Conversazione"

 
Elio Vittorini - Conversazione in Sicilia - ed. 1953 [*]
 
 
“ [....] e io mi ricordai dell'usanza che si aveva in Sicilia di indicare le botteghe di stoffe con un panno appeso fuori dalla porta. Non importava di che colore fosse; poteva essere verde, poteva essere giallo, poteva essere azzurro; dove c'era un panno significava che c'era un «panniere», si vendeva stoffa. Lì il panno era rosso e l'arrotino disse rivolto a me:
- Però  Porfirio ha mezzo paio di forbici.
- Ah, sì? - dissi io.
- Sì, - l'arrotino disse, - e quando qualche volta  mi dispiace di seccar sempre Ezechiele per il punteruolo mi faccio dare le forbici da Porfirio.
Qui Ezechiele propose: - Forse è il caso di presentare il nostro amico a Porfirio.
- Forse sì, - l'arrotino disse.
Mi portarono dentro, e il trabiccolo per arrotare rimase di nuovo sulla strada, ma la bottega non era profonda, era una specie di alcova con le stoffe ammonticchiate in alte pile su alcune sedie tutte vicine alla porta.
- Entrate, prego, - una chiara voce invitò dall'interno buio.
- Buonasera, salutarono. - Buonasera.
E la voce continuò: - Buonasera. Stavo per chiudere.
- E il panno lo lasciavate fuori? - l'arrotino chiese.
- No, ora lo ritiravo, - rispose la voce.
E l'uomo Ezechiele disse: - Rosso di nuovo, oggi.
E la voce: - Sì, è da qualche tempo che metto rosso. Ma domani cambio in turchino.
E l'uomo Ezechiele: Sicuro! il mondo è vario!
E la voce: - Vario! Bello! Grande! [...]
 


[*]Siamo nel 1953: Elio Vittorini, decide di realizzare una pubblicazione speciale di Conversazione in Sicilia. Accanto al testo, uscito nel 1941, colloca quasi 200 fotografie eseguite durante un lungo viaggio nella terra natia, sulle orme del romanzo originario.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.