5 luglio 2017

OBI

Obi - termine giapponese.

La fascia o fusciacca con cui si chiude il kimono e i keikogi. L'obi (帯, おび) da donna è ampio e rigido, quello da uomo è stretto e di solito più morbido; quello femminile può essere semplice fino ad arrivare ai modelli più importanti per gli abiti da cerimonia, dove il tessuto è in broccato. La legatura posteriore dell'obi da donna, fissata dietro con un ampio nodo, che si va a realizzare con l'obi determina l'eleganza del capo: l'obi, infatti, può essere lungo anche svariati metri, questo per permettere una legatura imponente.





L'obi funge da portaoggetti, essendo il kimono privo di tasche, l'obi dunque è dotato di alamari con dei cordoncini dove appunto sono appesi gli oggetti necessari (la stessa tecnica veniva utilizzata dai Samurai per infilare la "Katana"), i netsuke (sono conosciuti in Occidente anche con il nome di bottoni giapponesi), un accessorio  funzionale ai bisogni del vivere comune e che è sempre stato destinato all'uso concreto e quotidiano anche quando di pregevole fattura e di materiale prezioso.


Rames Gaiba
© Riproduzione riservata

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.