19 giugno 2010

5.1 MUSEO DELLA DONNA / FRAUENMUSEUM

MUSEO DELLA DONNA / FRAUENMUSEUM
MERANO (BZ)  /  MERAN (BZ)

 







L’esposizione permanente (che viene rinnovata ogni due, tre anni) è articolata su sei locali e si concentra su tre temi: ideali di bellezza, ruoli femminili, donna e lavoro. Ogni anno, in una sala appositamente dedicata, esposizioni monotematiche, italiane o estere, su temi femminili.

E’ documentata ca. 200 anni di storia culturale e materiale dal punto di vista delle donne: i ruoli e le immagini della donna nei secoli XIX e XX, attraverso gli abiti, gli accessori, gli strumenti della vita quotidiana, libri, documentazioni. Non si uniforma ai canoni dominanti del minimalismo espositivo, in quanto non sarebbe adatto agli oggetti esposti, che non sono preziosi in sé, né devono essere esposti singolarmente, bensì, nel loro giustapporsi, trasmettono un quadro d’insieme dell’epoca o del tema trattato. La collezione consente di mantenere un “filo rosso” attraverso la moda e gli oggetti della vita quotidiana.

1. Gli ideali di bellezza – Qui viene illustrata la storia degli ideali di bellezza prendendo le mosse dall’inizio dell’800, quando si cominciò a chiamare il sesso femminile il “gentil sesso”. E’ da allora che la bellezza diventa un’occupazione specialmente femminile, mentre prima era una faccenda che interessava ambedue i sessi. Corpi modellati dagli abiti, visi sottolineati dalla cosmesi.

 






2. I ruoli tipici della donna in privato – Al più tardi con l’epoca Biedermeier (ca. 1815) la donna viene confinata nel privato e la sua vita deve seguire una strada segnata: dopo l’educazione delle fanciulle, l’ingresso in società, alla ricerca dell’ “uomo giusto”, il matrimonio, la maternità, fino alla vedovanza e alla vecchiaia. Il museo racconta come questi cliché segna(va)no il ruolo della donna.




3. Donna e lavoro – Siano state casalinghe, educatrici, ostetriche, contadine, operaie, le donne lavorano da sempre, sia che questo lavoro venga riconosciuto, equamente retribuito, o meno. I lavori che oggi consideriamo “tipicamente femminili” come maestra, segretaria, ecc. appaiono solo agli inizi del 900. Questo settore così importante per il ruolo della donna viene raccontato con immagini di donne al lavoro.



Il Museo della Donna venne fondato nel 1988 da Evelyn Ortner (1944-1977), appassionata collezionista, cui il museo è dedicato.

----
MERANO BZ (39012) – Piazza del Grano 2 
MERAN BZ (39012) - Komplatz, 2

Informazioni: tel. 0473/231216 – fax 0473/239553

Tipologia museo: Museo Privato.

© Riproduzione riservata

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

-. -. -. -.

Comments can not be used for selling advertising products.
The language needs to be corrected, not offensive for people and their ideas.
The responsibility for what is written in the discussions remains of individuals.

It has accepted the post sharing for marketing purposes.
Thanks for the attention.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com