19 aprile 2017

FAZZOLETTO

Fazzoletto -  diminutivo di fazzolo (antica tela per fazzoletti); in latino volgare era faciolum, termine a sua volta derivato da facies, "faccia".  

Piccolo quadrato in cotone o lino solo orlato o anche ricamato, anche con le iniziali, per soffiarsi il naso o asciugarsi il sudore. Oggi, è in parte stato sostituito dai fazzolettini di carta usa e getta.

Accessorio indispensabile nell' 800, oggi ha un utilizzo puramente funzionale, con un eccezione per il fazzoletto da taschino (impropriamente definito pochette), quello infilato nella piccola tasca delle giacche maschili e femminili, che in questo caso può essere anche in seta, o per quello femminile anche bordato di pizzo. Quello maschile inizialmente fu rigorosamente bianco (orlato a mano, in lino irlandese o cotone), mentre oggi è usato di qualsiasi colore e fantasia, mai della stessa fantasia del gilet e della cravatta, ma, di quest'ultima dovrà richiamare uno dei colori principali, o che risalti sulla giacca. Quando il fazzoletto non è bianco è generalmente in seta, ma può essere anche in lana o cachemire ( con le giacche invernali); la tinta unita sarà più indicata se abbinata con camicie a righe, cravatte a fantasia o giacche a quadroni.

Qualunque sia il tessuto scelto, quest'accessorio non dovrebbe mai sporgere troppo dal taschino: dev'essere una nota di colore, non una sinfonia policroma. Una pochette deve misurare almeno cm. 30 x 30 perché se "naviga" o scompare nel taschino, sarà certamente inelegante. Un diffuso ed annoso dubbio legato a quest'accessorio è "come piegarlo". I modi di portarlo sono svariati e dipendono dalla consistenza (grammatura) del tessuto. La forma squadrata è la più formale, quella con due, tre o quattro punte in su fa molto negozio; non mancano modi più eleganti che prevedono solo il centro fuori o centro e punte fuori (quest'ultimo particolarmente elegante). Un consiglio: se il tessuto scelto è pesante, meglio piegarlo in modo formale, onde evitare un taschino in petto che sia sul punto di scoppiare. E ricordatevi: questo taschino non è nato per contenere il telefono cellulare.       




fazzoletto da taschino
francese: pochette
inglese: breastpocket handkerchief
tedesco: Ziertascentuch
spagnolo: pochette, pañuelo de adorno

STORIA - L'articolo in passato si prestava a molteplici usi. Oltre ai fazzoletti da naso, un tempo c'erano i fazzoletti "da mano", da sventolare negligentemente qua e là, i fazzoletti da manica, da manicotto e da guanti (20 o al massimo 25 cm. di lato), i fazzoletti da taschino, più che altro "di figura", quelli da collo, usati dai lavoratori a mo' di cravatta, per detergere il sudore e non macchiare le camicie, i fazzoletti da testa che proteggevano i capelli e quelli che le donne portavano sulle spalle al posto dei colletti o per coprire scollature, o come veri e propri scialli, i fazzoletti "da trasporto" (nel senso che, ben annodati e appesi a un bastone, servivano a trasportare gli oggetti più diversi a mo' di fagotto), i fazzoletti da lutto (bianchi col bordo nero), i fazzolettini da uomo, i fazzolettini da signora e quelli ancora più piccoli, per i bambini. 


Rames Gaiba
© Riproduzione riservata



Link per iscriverti a TRAMA E ORDITO su Telegram
il modo più semplice per non perdersi nessun post
e notizie e contributi esterni (quest'ultimi dalla pagina Facebook)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.