27 aprile 2017

RASO (armatura)

Raso - dal latino rasus, participio passato del verbo radere, da cui raso ovvero liscio.

Raso di seta
Tessuto costruito con armatura a raso (si indicano con il numero di fili che compongono l'armatura) caratterizzata da una superficie piana, che presenta un diritto liscio e lucido, rasato (uniforme) e con lucentezza serica (che come tutti i tessuti lucidi ha tonalità variabili, secondo l'incidenza della luce sulla sua superfice), ed un rovescio opaco.  L'effetto è dovuto al particolare tipo di armatura che prevede punti di legatura, disposti secondo un ordine non consecutivo ma regolare. Questo rapporto d'armatura è detto scoccamento.  Più la slegatura aumenta (da 4 in su), più ricco di trame deve essere la costruzione del tessuto, per evitare che i punti di legatura si spostino. Per tale ragione i tessuti in armatura raso sono più delicati e sensibili al logorio di quelli con altre armature.

Talvolta il raso è battuto in doppia faccia per impiego nei nastri e passamanerie.

Possono essere fabbricati con qualsiasi fibra tessile, anche se il suo materiale preferito è la seta. Si trova anche in fibre artificiali come il rayon o in mischia con fibre sintetiche, come il poliestere. È usato anche come fodera in viscosa, poliestere, cupro.

È denominato anche satin. Meno usuale, l'italianizzato dal francese, satino 

STORIA - Era un tessuto molto pregiato, prodotto inizialmente solo in Cina sotto la dinastia Song del Nord (960-1127) ma trovò il suo utilizzo più spettacolare nelle epoche Ming e Quing, soprattutto come base per i serici ricami policromi degli abiti dei dignitari della sorte imperiale. [1]

[1] Stefanella Sposito - Archivio tessile - Ed. Ikon, 2014, voce Raso, pp. 116-117 

francese: satin
inglese: satin
tedesco: atlas
spagnolo: raso


Rames Gaiba
© Riproduzione riservata

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.