30 maggio 2017

SHIBORI


1. Tradizionale tecnica giapponese di tintura a riserva (detta "fisica"), che è una tintura parziale applicata a tessuti e filati. Il tessuto è tinto in pezza, per immersione, dopo essere stato annodato, legato con assicelle in maniera simmetrica o piegato e impunturato (cucito), in modo da impedire la penetrazione della sostanza colorante, permettendo  - una volta rimossi i punti che "chiudevano" il tessuto di creare un effetto increspato ed un disegno formato dalle zone di tessuto tinte e non.

Il procedimento è conosciuto anche come tie-dye.

 





2. Tessuto in seta ritorta: è utilizzato a volte come tessuto elastico in modo da modellare il corpo anche grazie al taglio sbieco. Con effetto shibori, sono anche i tessuti sintetici. [1] 


[1] Mariella Azzali, Dizionario di costume e moda, ed. m.e. architectural book and review, 2015, voce "shibori", p. 807 


Rames Gaiba
© Riproduzione riservata

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.