14 agosto 2017

ASPO

Aspo

Lav. domestico - Bastoncello di legno o di canna comune di circa tre palmi di lunghezza, attraversato, presso ciascuna estremità da un piolo retti uno con l'altro: su questi pioli s'innaspa il filo riducendolo in matasse dette "ligature", cioè insieme di fili legati fra di loro da un laccetto con nodo scorsoio.

Detto anche aspa, naspo, naspa, termini "antichi" ormai in disuso.  

Con l'arcolaio si disfa la matassa.



Ragazza all'aspo (1892),   [1]
Albert Anker (Ins, Svizzera, 1831-1910)


[1] Il quadro mostra la fase di "incannatura" nell'avvolgimento del filo di seta dall'aspo, dove era la matassa, al rocchetto.



Francese: dévidoir - Inglese: reel - Tedesco: haspel -
Spagnolo: aspe


Rames Gaiba
© Riproduzione riservata

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.