20 aprile 2016

BIANCO... tu sei una splendida luce!




Rebecca Szulc
fotografata da Troyt Coburn
per Marie Claire Australia (ottobre 2013)

È un luogo comune sentire dire: «Il bianco? Ma non è un colore!»
È vero; il povero bianco stenta ad essere riconosciuto nel suo giusto valore e che, in ogni tempo, è stato oggetto di un'incredibile intransigenza. Infatti non si è mai contenti di lui, gli si chiede sempre di più, lo si vuole «più bianco del bianco!». Eppure, questo colore è quello che da sempre è "vestito" dei simboli più forti, più universali, e che ci parla dell'essenziale: la vita, la morte (d'altronde, in Asia come in parte dell'Africa il bianco è il colore del lutto), e forse anche un po' alla assenza di una lacuna (una pagina bianca, priva di testo).
La vita è un percorso nei colori, ma nel bianco vi è una forte carica "divina": Dio che è sempre stato percepito come luce...bianca. Gli angeli, suoi messaggeri, sono ugualmente in bianco. Questo simbolismo si è rafforzato con l'istituzione, nel 1854, del dogma dell'Immacolata Concezione (e il bianco diventa il secondo colore della Vergine), adoratori della luce o alla ricerca di un Graal moderno.
Ognuno percepisce gli altri in funzione della propria simbologia (l'uomo bianco non è bianco, ovviamente). 



Rames Gaiba
© Riproduzione riservata

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

-. -. -. -.

Comments can not be used for selling advertising products.
The language needs to be corrected, not offensive for people and their ideas.
The responsibility for what is written in the discussions remains of individuals.

It has accepted the post sharing for marketing purposes.
Thanks for the attention.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com