28 marzo 2017

UNISEX

Unisex - dall'inglese; abbreviazione di unisexual,  composto da uni e da sex "unico sesso".

E' riferito in genere a capi d'abbigliamento, ed indica ciò che può essere indossato indifferentemente da entrambi i sessi. E così blazer, pantaloni, gilet, maglie, tute, magliette, felpe, jeans, giacche in pelle, calzature sportive e perfino cravatte e cappelli entrano nel guardaroba diventano moda, nel cosiddetto "stile intercambiabile", cioè quello adatto sia alla donna sia all'uomo.  

Stile unisex uomo / donnafoto: Luca Cannonieri 


STORIA - In un certo senso erano già unisex molti indumenti dei secoli precedenti, come per esempio le tuniche degli antichi Romani e i chitoni degli antichi Greci. E' un tipo di moda diffusasi soprattutto dopo il 1968, diventando molto popolare negli anni Settanta. Questa moda è emersa quando gli uomini hanno iniziato a indossare motivi floreali e le donne hanno adottato indumenti maschili. Tuttavia tale voga è accolta senza polemiche solo a partire dai primi anni Ottanta. 


Marlene Dietrich

Negli anni Trenta e Quaranta, attrici del cinema come Marlene Dietrich e Katharine Hepburn avevano già portato con successo tailleur pantalone. Chanel prevedeva per le donne la cravatta, il cardigan a doppiopetto e il cappello di feltro.


Rames Gaiba
© Riproduzione Riservata

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.