23 maggio 2017

PARKA

Parka - termine esquimese, a sua volta derivato dal russo, appartenente al linguaggio internazionale della moda.


Giaccone sportivo maschile e femminile, arriva a metà coscia e può avere un cappuccio, a volte ornato di pelo. Chiuso sul davanti da una lunga zip o da bottoni a pressione. All'orlo scorre una coulisse, che permette di stringerlo al corpo. Ha tasche applicate o a filo. Solitamente è realizzato in materiale impermeabile, spesso imbottito, con fodera staccabile. È un capo d'abbigliamento prettamente invernale, creato all'origine per lo sci e la montagna, fa oggi parte dell'abbigliamento casual. È simile all' anorak.





STORIA - In origine era confezionato dagli esquimesi (delle isole Auletine) con pelle di foca o di uccelli marini. «Originariamente era una giacca di pelliccia con cappuccio che si infilava dalla testa: era solitamente formato da due strati di pelle, quello interno con il pelo a contatto con l'epidermide, il più esterno con il vello esposto, dove l'intercapedine d'aria tra i due garantiva la necessaria coibentazione. Il mantello del caribù era particolarmente ricercato per l'eccellente qualità isolante: i suoi peli, cavi all'interno, sono altrettante camere d'aria che impediscono al calore corporeo di disperdersi. Alcuni parka maschili arrivavano in vita sul davanti e proseguivano con un'ampia e lunga coda sul dietro, accorgimento molto utile ai cacciatori di foche che sedevano per ore sul ghiaccio nell'attesa che le loro prede affiorassero per respirare. Talvolta la coda era provvista di frange per impedire che il vento la sollevasse. Nell'abbigliamento femminile, la parte superiore del parka era molto più ampia perché la madre che portava il bambino sul dorso, generalmente sorretto da un marsupio o da una fascia di pelle oppure sistemato nell'ampio cappuccio, potesse spostarlo con facilità sul davanti per allattarlo.» (Patricia Rieff Anawalt, Storia Universale del Costume, ed. Mondadori, 2008, pp. 335-336) 


 
Parka - Sheldon Jackson Museum, Sitka - Alaska


Parka tradizionale della donna nativa dell'Alaska
Museo del Nord, Fairbanks, Alaska




Rames Gaiba
© Riproduzione riservata

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.