16 febbraio 2011

Boccioni "Il romanzo di una cucitrice" (1908)


Il romanzo di una cucitrice, 1908 - Umberto Boccioni [1]
olio su tela, cm 150 x 170 
Parma - Collezioni Barilla di Arte Moderna


Questo è un dipinto che appartiene alle prime esperienze di  quella corrente artistica denominata Divisionismo e risente dell'influenza di Gaetano Previati e Pelizza da Volpedo, anche nel disegno della figura; la sua tavolozza risulta più ampia, con tonalità più luminose, andando oltre il "vero" ottocentesco.

Il tema  della donna che legge, caro a molti impressionisti, viene aggiornato sulla bae delle nuove tendenze postimpressioniste e rivela già, nella frammentazione nervosa e vibrante del colore e nella semplificazione dell'abito della modella, alcune anticipazioni dinamiche delle successive opere futuriste. Nei quadi di Boccioni appaiono spesso dei personaggi alla finestra, una scelta conmpositiva che gli dà modo di illuminare meglio la scena e di affrontare il rapporto tra l'interno e l'esterno.

L'opera viene esposta nel luglio 1908 alla Permanente di Milano ma, con disappunto dell'autore, ottiene ben pochi apprezzamenti e molte critiche negative.  


[1] Umberto Boccioni (Reggio Calabria, 1882 - Verona, 1916) , nasce il 19 ottobre da genitori romagnoli. La madre Cecilia lavora come cucitrice e ricamatrice, attività che diventa uno dei soggetti prediletti di Boccioni sin dagli esordi della sua carriera artistica. Muore il 17 agosto, al fronte, in seguito ad una caduta da cavallo.   

----
LINK CORRELATI

Borrani "Cucitrici di camicie rosse"
http://trama-e-ordito.blogspot.com/2010/06/borrani-cucitrici-di-camicie-rosse.html

La macchina da cucire...nella pittura (da Boccioni a Dalì)
http://trama-e-ordito.blogspot.it/2012/09/lapres-midi-dune-ouvriere-il-pomeriggio.html

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.