23 settembre 2014

DIZIONARIO DELLA MODA: W



Waikiki - prende il nome dall'omonima spiaggia di Honolulu, dove presumibilmente l'indumento fu lanciato. 
Sinonimo di Aloha shirt o →camicia hawaiana. Camicia, soprattutto maschile, ampia con maniche corte, collo piatto e aperto, tasche applicate, spacchetti laterali, confezionata con cotone leggero stampato in fantasia tropicale (palme, fiori esotici, mare, ecc.) dai colori vivaci.

****
Walkjanker
Sinonimo di giacca tirolese. Giacca tipica tirolese in loden verde o rosso senza colletto, bordata in colore contrastante e con bottoni in metallo.

****
Walk-over - termine inglese.
Scarpa da passeggio, con punta rotonda e particolarmente bombata.

****   
Wash and Wear [uosc end uer] - locuzione inglese, divenuta di uso universale, che significa letteralmente "lava e indossa".
Indica i tessuti di fibre sintetiche, oppure trattati con appretti speciali che dopo il normale lavaggio asciugano rapidamente e che non necessitano di stiratura.

****
Watteau - Nome dato alla fine del XVII sec.  a una linea d'abito somigliante ai vestiti raffigurati nei quadri settecenteschi del pittore Jean Antonie Watteau (1684-1721).
Soprabito femminile lungo e senza maniche che ha un corpetto molto aderente e una piega →sacque sulla schiena, si espande fino a terra formando uno strascico. Indumento del Settecento.

****
Waterproof (Water proof) - termine inglese.
Indica i tessuti impermeabili, letteralmente "a prova d'acqua".

****
Way of life - locuzione inglese.
Stile di vita.

****
Wellington - dal nome proprio di Arthur Wellesley, duca di Wellington (1769-1851), vincitore della battaglia di waterloo contro Napoleone Bonaparte, che popolarizzò il primo e il secondo accessorio in questione.
1. Cappello maschile a due punte, formate dai prolungamenti della tesa rialzati lateralmente, di moda nel primo Ottocento. 2. Stivali maschili inizialmente per l'uso militare, dalla suola leggermente rialzata sulla punta e dal gambale più alto sul di dietro. 3. Gambaletti di gomma usati nel XIX sec.; in Inghilterra ancora oggi stivali da portare quando piove.

****
Western style 
Stile cowboy. Stile d'abbigliamento che s'ispira al vestire dei cowboy caratterizzato da camicie in denim, blue jeans, giacche scamosciate con frange, stivaletti camperos e grande cappello.

****
Wet look 
Effetto bagnato.

****
Whipcord

Tessuto che è una variante del gabardine, ma ancora più nervosa con inclinazione forte nel senso dell'ordito e molto rilevata, in cui le diagonali sono intrecciate quasi in forma di coda di frusta. E' in lana pettinata e viene utilizzata per abiti sportivi e per pantaloni uomo e donna. Per uso militare viene utilizzato per confezionare uniformi e mantelli. Se ne conoscono due tipi diversi: per le divise degli ufficiali superiori viene fatto in lana pettinata con armatura più serrata; invece per i gradi inferiori o anche per le livree dei domestici, l'armatura è meno serrata e presenta delle ampie flottature nella catena e il filato impiegato è il cotone tessuto con una trama di semplice lana cardata.

Meno usata è la dizione: Whipecord.

****
White tie
Sinonimo di →frac, in quanto s'indossa con cravattino bianco.

****
Windtex - marchio della Vagotex S.p.A.
Membrana per l'abbigliamento per tessuti tecnici per l'abbigliamento sportivo, antivento, morbida, leggera, elastica ed impermeabile, con traspirabilità e coibenza ottimali. Vi è una versione per calzature chiamata Veratex.

****
Windsor (nodo) - dal nome del duca di Windsor, esempio dell'eleganza maschile degli anni Venti e Trenta, che lo inventò e lo divulgò.
Nodo della cravatta maschile molto consistente e ben in vista tra le punta del colletto rigido della camicia).

****
Wisciah - Sicilia metà 1100
Corpetto impreziosito da gemme e perle, indossato dalle fanciulle siciliane.

****
Wonderbra 
→Reggiseno leggermente imbottito che sostiene ed esalta il seno, mettendolo in evidenza. Lanciato nel 1994 negli Stati Uniti, godrà di un successo internazionale.

****
Woolmark 
Nel 1936 è stato fondato l'International Wool Secretariat (IWS), che nel 1971ha preso il nome di Woolmark Company.

Il marchio su cui è apposto indica che il prodotto è realizzato con pura lana vergine, dpve il termine "pura" sta ad indicare che non sono state usate altre fibre, mentre "vergine" sta ad indicare che proviene da animali vivi ed allevati all'aperto, ed è prodotto con fibre che non sono state precedentemente lavorate o recuperate da precedenti lavorazioni industriali. Soddisfa inoltre gli specifici requisiti di qualità; oltre alla composizione vengono anche verificate la resistenza al decoloramento a causa dell'esposizione luce, acqua, solventi per lavaggio a secco, prove di resistenza, usura, pilling, ecc.

Questo marchio può essere trovato anche su detergenti e ammorbidenti: in questi casi indica che il prodotto soddisfa le richieste minime di lavabilità dei prodotti di lana salvaguardando i colori e i tessuti.

Sui prodotti licenziati, possono essere effettuati in ogni momento controlli da parte degli organi competenti che si riservano il diritto di revocare la licenza d'uso del marchio nel caso in cui questi non soddisfino più i requisiti necessari.           


Rames Gaiba
© Riproduzione riservata
---

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.